B&B vicino Santa Maria della Spina a Pisa

Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4

Santa Maria della Spina

La chiesa di Santa Maria della Spina a Pisa è piccola come una spina, rispetto agli altri monumentali luoghi di culto della città, eppure non è a questo deve il suo nome.

Situata sull’argine del fiume Arno, o meglio, abbarbicata, nel senso letterale del termine, sul Lungarno Gambacorti, la chiesa deve il suo nome alla preziosa reliquia in origine contenuta al suo interno.

La Spina in questione è quella della corona del Cristo, che, si dice, fu trasposta a Pisa nel 1333 dalla Terrasanta, oggi esposta nella chiesa di Santa Chiara.

La scelta di costruire sul greto dell’Arno risulta tanto meno comprensibile tanto più il passare del tempo ha cancellato il contensto urbano che l’ha vista nascere. Santa Maria della Spina rappresentava infatti l’oratorio votivo di quanti si trovavano ad attraversare il Ponte Novo, crollato nel XV secolo.

Sporgendosi dalle spallette dell’Arno, ossia i parapetti in muratura lungofiume, appare chiaro come la vicinanza del fiume, soggetto a frequenti allagamenti, possa aver causato problemi alla stabilità dell’edificio.

Gli interventi di manutenzione si sono susseguite nel tempo fino alla decisione di ‘smontare’ la chiesa per ricostruirla più in alto, nel 1871.

L’intervento ha alterato la struttura, eliminando la sagrestia e lasciando un interno spoglio, privo dei suoi arredi originali e ridotto ad un unico ambiente. Ciononostante, Santa Maria della Spina rimane uno dei più mirabili esempi del Gotico Pisano.